Etica e Conformità

Ghella è oggi una realtà internazionale di primaria importanza nel mondo delle costruzioni di grandi opere pubbliche. 

Noi costruiamo l'eccellenza in maniera innovativa e sostenibile per lasciare un mondo migliore alle generazioni future. 

Crediamo nelle nostre persone, e diamo loro valore. Lavoriamo rispettando i più alti standard etici e comportamentali. 
Offriamo una leadership attiva e promuoviamo la fiducia, la trasparenza e la collaborazione per sviluppare il lavoro di squadra. 
L’innovazione è indispensabile. All’interno dell’Azienda ci confrontiamo continuamente per trovare soluzioni alle sfide di un mondo in evoluzione.  
In linea con la nostra tradizione, come costruttori di infrastrutture, siamo sempre un passo avanti sulla sicurezza
Lavoriamo per il futuro, e lottiamo per proteggere l’ambiente minimizzando il nostro impatto.  

L’integrità è parte del nostro DNA. Ci impegnamo ad operare seguendo i più alti standard di etica e conformità e promuoviamo la trasparenza a tutti i livelli nella nostra azienda.  

Ci siamo dotati di un Programma di Compliance volto a fornire un framework su queste tematiche e a definire specifiche linee guida: 

Il nostro Codice Etico definisce i principi e le regole di condotta che guidano le nostre azioni. 

 

Sembra che il tuo Browser non abbia un Plugin PDF,
clicca qui per scaricare il PDF  pdf_icon

Le nostre Linee Guida Anticorruzione, rivolte ai nostri dipendenti, subappaltatori e partner, forniscono indicazioni su come identificare e prevenire episodi di corruzione e concussione e ci aiutano ad implementare il nostro approccio di tolleranza zero verso la corruzione. 

Sembra che il tuo Browser non abbia un Plugin PDF,
clicca qui per scaricare il PDF  pdf_icon

Il nostro Sistema di Compliance, il Modello 231, descrive come la nostra azienda si è strutturata per prevenire infrazioni al Decreto Legislativo Italiano n. 231/2001.  

Il Decreto Legislativo n. 231/01 ha introdotto nell’ordinamento italiano la responsabilità in sede penale delle Società, correlata a quella della persona fisica che ha compiuto materialmente il fatto illecito. Tale previsione adegua la legislazione italiana a convenzioni internazionali precedentemente sottoscritte dall’Italia.

Ghella ha ritenuto opportuno integrare i propri strumenti organizzativi, dotandosi del c.d. “Modello 231”, al fine di accrescere la capacità della Società a contrastare efficacemente il rischio di commissione dei reati individuati dal Decreto tra i quali si citano:

  • Reati di Corruzione (art. 25)
  • Delitti contro l’industria e il commercio (art. 25 bis.1)
  • Delitti contro la personalità individuale (art. 25 quinquies)
  • Reati in violazione alla tutela dell'igiene e della salute sul lavoro (art. 25 septies)
  • Reati di ricettazione e riciclaggio (art. 25 octies)
  • Reati ambientali (art. 25 undecies)

Il monitoraggio, la verifica e l’aggiornamento sul Modello e sul Codice Etico adottati da Ghella, sono affidati ad un Organismo di Vigilanza collegiale, dotato di autonomia, indipendenza e professionalità.

Il Modello 231, redatto in conformità alle migliori “best practice” internazionali, è stato formalmente adottato, a seguito della delibera del Consiglio di Amministrazione del 27 giugno 2006 ed è stato costantemente aggiornato in funzione dell’evoluzione normativa e dei mutamenti dell’organizzazione aziendale. L’ultimo aggiornamento è stato adottato con delibera del 24 luglio 2017.
 

I concetti di dignità rispetto per le persone sono centrali nel nostra cultura aziendale.  

Le nostre Linee Guida sui Diritti Umani, rivolte ai nostri dipendenti, subappaltatori e partner, forniscono indicazioni su come identificare e prevenire eventuali violazioni dei Diritti Umani mettendo a disposizione gli strumenti necessari per evitare abusi di questo tipo in tutte le aree sotto il nostro controllo.  

Sembra che il tuo Browser non abbia un Plugin PDF,
clicca qui per scaricare il PDF  pdf_icon

La nostra Politica Whistleblowing fornisce informazioni sui canali messi a disposizione dall’azienda per segnalare in maniera confidenziale eventuali azioni inappropriate o illegali o violazioni al nostro Programma di Compliance.  

Ghella si impegna a prevenire e ad agire prontamente nel caso di episodi che possano minare i suoi Valori e la sua Visione aziendale. A questo scopo, Ghella ha implementato un processo di Whistleblowing al fine di incoraggiare e guidare la segnalazione di qualsiasi comportamento inappropriato o illegale o che violi il Codice Etico aziendale, le Linee Guida Anticorruzione, le Linee Guida sui Diritti Umani, il modello organizzativo ex D.Lgs. 231/01 o qualsiasi altra politica locale adottata dalle altre società del Gruppo (il cosiddetto ‘Compliance Program’) e al fine di garantire una valutazione equa, imparziale, tempestiva e riservata di eventuali segnalazioni da parte di dipendenti, stagisti, subappaltatori, fornitori e consulenti.

Cosa segnalare

Le segnalazioni devono riguardare specificatamente violazioni al Compliance Program e alle procedure interne aziendali o casi di condotta illecita ai sensi della legislazione locale applicabile alle società del Gruppo.
Le segnalazioni possono essere:
a) Comunicazioni di presunte non compliance/violazioni del Compliance Program aziendale, dei requisiti dettati dalle procedure interne o della legislazione locale applicabile alle società del Gruppo;
b) Richieste di chiarimento su argomenti trattati nel Compliance Program aziendale.
Nei casi in cui la natura della segnalazione faccia ricadere quest’ultima al di fuori del campo di applicazione della presente politica, il destinatario della segnalazione indicherà la politica o il processo aziendale più appropriato, ove esistente.

Come fare una segnalazione

Le segnalazioni formali devono essere presentate in forma scritta, utilizzando i canali di segnalazione dedicati disponibili per tutte le società di Ghella (vedi Allegato 1) e devono includere una descrizione dettagliata delle infrazioni/violazioni segnalate.
I casi minori possono essere risolti senza la necessità di una segnalazione formale, parlando direttamente con la persona la cui condotta sia causa di preoccupazione. Se questo non fosse possibile il caso va sottosposto al rispettivo responsabile di linea o, in alternativa, al Compliance Manager.

Gestione e analisi delle segnalazioni

L’Organismo di Vigilanza (OdV) o i Compliance Manager sono formalmente responsabili di ricevere e gestire le segnalazioni e hanno il compito di garantire il dovuto follow-up.
Ogni segnalazione sarà considerata con attenzione e verrà effettuata dall’OdV o dal Compliance Manager una accurata analisi, condotta nel rispetto della natura confidenziale della segnalazone, che raccoglierà informazioni dai dipartimenti interessati e/o da altri soggetti coinvolti. Nel caso in cui la segnalazione non contenga informazioni sufficienti, l’OdV o il Compliance Manager possono richiedere ulteriori detagli al segnalante. Al fine di tenere traccia delle comunicazioni, garantire la trasparenza e facilitare una valutazione formale della segnalazione, sono da preferire le comunicazioni scritte lungo tutta la durata del processo. Le fasi di analisi e di investigazione saranno svolte e finalizzate entro 90 giorni dalla segnalazione, a meno che la natura specifica dell’evento segnalato richieda più tempo.
L’OdV e i Compliance Manager terranno informato il segnalante sui progressi delle loro richieste. In particolare, notificheranno loro quando la segnalazione è stata presa in carico e quando l’investigazione si è conclusa. Ove possibile, Ghella fornirà un feedback al segnalante sull’esito dell’investigazione. Va tenuto conto, tuttavia, che potrebbe non essere possibile fornire informazioni dettagliate in merito alle azioni intraprese dal Gruppo in quanto questo potrebbe violare i doveri legali, incluso il diritto alla privacy e alla protezione di dati delle persone coinvolte o informazioni commerciali riservate o impegni di riservatezza presi in precedenza dal Gruppo.

Tutte le segnalazioni devono essere registrate e tutti i documenti allegati, inclusi quelli prodotti o raccolti durante la fase di analisi, devono essere archiviati in modo appropriato.
Nei rari casi in cui tutti i canali di segnalazione interni disponibili non riescano a fornire un rimedio ragionevole o efficace alla segnalazione effettuata, come ultima possibilità, una possibile opzione potrebbe essere una denuncia alla polizia o ad altra autorità pubblica competente. E’ comunque consigliabile avvalersi di una consulenza legale appropriata prima di fare questo passo.
Tutti i soggetti designati a ricevere le segnalazioni, come descritto in questa politica, hanno l’obbligo di trattare le informazioni sensibili, come i dati personali, in linea con il General Data Protection Regulation (GDPR) e con le leggi relative alla protezione dei dati.

Protezione del segnalante e misure disciplinari

Le segnalazioni e le informazioni in esse contenute, come pure l’identità del segnalante (se nota), saranno trattate in modo confidenziale. L’identità del segnalante non sarà rivelata senza previo consenso scritto del soggetto interessato, a meno che non sia richiesto diversamente dalla legge.
Le segnalazioni possono essere accettate anche in forma anonima, senza rivelare alcun dato personale. Va fatto presente, tuttavia, che tale scelta potrebbe ostacolare la risoluzione del problema segnalato, in quanto potrebbero essere necessarie ulteriori informazioni per la positiva risoluzione dell’investigazione.
Ghella is fully committed to protect whistleblowers from repercussions or any form of disadvantage or discrimination at the workplace linked to or resulting by submitting a report.
Ghella si impegna pienamente a proteggere i segnalanti da ripercussioni o da qualsiasi forma di discriminazione sul luogo di lavoro collegata o risultante dall’aver effettuato una segnalazione. Qualsiasi segnalante che riporti internamente un episodio in buona fede, non sarà perseguito e non verrà intrapresa alcuna azione contro di lui/lei nel caso in cui le informazioni fornite non possano essere provate o diventino irrilevanti o insufficienti per risolvere la segnalazione. Nel caso in cui emergano informazioni aggiuntive rilevanti a seguito della segnalazione, il segnalante è incoraggiato a riportarle immediatamente alla Ghella, indipendentemente dal fatto che queste informazioni supportino o invalidino la segnalazione originale.

Ghella adotterà inoltre misure disciplinari appropriate nel caso di segnalazioni fatte in malafede, di violazioni al sistema procedurale interno o delle leggi applicabili e/o in caso di minacce o ritorsioni verso i soggetti che presentano segnalazioni.
Le misure disciplinari saranno proporsionate all’entità e alla gravità della cattiva condotta accertata e potrebbero contemplare anche la cessazione del rapporto di lavoro.

La presente politica è comunicata a tutti i nostri dipendenti quale elemento inderogabile del processo di Induction ed è resa disponibile a tutte le parti interessate sulla rete intranet aziendale e sul sito web della società.

La presente politica è revisionata annualmente nel corso del Riesame del Sistema di Gestione al fine di assicurare che sia in linea con la missione e la visione della società.
 

Enrico Ghella
Chairman, January 2020